Polo Marconi della Spezia
Polo Universitario della Spezia
Scuola Politecnica - Università degli Studi di Genova
Università degli Studi di Genova
home

Benvenuti al Polo Universitario della Spezia

Il Polo Universitario della Spezia G. Marconi è coordinato e gestito da Promostudi La Spezia – Fondazione di Partecipazione per la Promozione degli Studi Universitari alla Spezia.

 

Costituitasi nel 2002 su iniziativa delle principali Istituzioni locali (Provincia e Comune della Spezia, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, Camera di Commercio e Confindustria La Spezia), Promostudi La Spezia rappresenta un significativo esempio di realtà mista pubblico-privata ed una struttura universitaria qualificata in relazione alle specifiche vocazioni ed alle esigenze economico-produttive del territorio.
 

Negli anni il Polo Universitario della Spezia si è distinto per un significativo percorso di crescita ed è divenuto un centro di riferimento ed attrazione per un elevato numero di studenti provenienti da tutto il territorio nazionale ed anche dall’estero.

 

Le specifiche attività didattiche dei corsi di laurea triennali e magistrali sono integrate da progetti di ricerca, attività di sperimentazione didattica, workshop, seminari e convegni specialistici. La struttura opera quindi in stretta collaborazione con importanti realtà industriali ed accademiche è può contare su un’ampia rete di relazioni che, nel tempo, è divenuta molto significativa anche a livello internazionale, permettendo la realizzazione di interessanti progetti di collaborazione ed esperienze didattiche e di tirocini formativi all’estero.

 

Presso il Polo Universitario della Spezia, che nell’ultimo biennio ha registrato annualmente circa 220 immatricolazioni, si svolgono quattro corsi di laurea dell’Università degli Studi di Genova – Scuola Politecnica: i corsi triennali in Ingegneria Meccanica ed Ingegneria Nautica e i corsi magistrali in Yacht Design (primo corso svolto integralmente in lingua inglese) e in Design Navale e Nautico (corso interateneo realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano).